About me

AoL_400x600_direzione
AoL_400x600_viaggi
AoL_400x600_pensieri
about_me_600x600

mi piace la semplicità stravagante

Ciao!

C'è una frase di una canzone di Tenco che credo descriva bene come mi sono sentita ogni qual volta mi sia dovuta esporre: "Non saper fare niente in un mondo che sa tutto". Poi ho scoperto che si tratta "solo" di sindrome dell'impostore. Nel frattempo sono successe delle cose, se ti va, puoi leggerne un po' più sotto.

Blog Posts

Mi chiamo Andrea Livia e ho rispolverato il mio vecchio blog, scrivo di ciò che mi accade e delle riflessioni che ne conseguono in chiave auto-ironica.

di cosa scrivo o vorrei scrivere

la mia storia

Quando ero piccola temevo che con un nome così e cito le testuali parole: “Nessuno mi avrebbe voluto”. Abbastanza teatrale, devo ammetterlo.

Crescendo mi è piaciuto ogni anno di più. Quando rispondevo alla domanda – Come ti chiami? – le reazioni solitamente erano “Ma che bel nome!” o “Preferisci che ti chiami Andrea o Livia?”. Considerando che non potevo attaccare ogni volta una filippica sul fatto che un doppio nome, è un doppio nome e non è che bisogna per forza scegliere, da qui la mia risposta: “Come preferisci!”. 

Al liceo, non paga, mi è stato aggiunto anche un soprannome che anni dopo è finito persino sulla prenotazione di un biglietto del treno. La cosa mi ha divertito molto e per fortuna il controllore non se n’è accorto!

Da piccola amavo il gesto della scrittura e per far finta di scrivere, prendevo la matita e sui fogli di un block notes, appuntavo serie infinite di eeeeeeeeee in corsivo. Credo siano stati i miei primi pensieri messi nero su bianco.

Poi ci sono state le scuole, il liceo linguistico, l’università con specialistica in comunicazione della moda e un’esperienza post-laurea a New York indimenticabile. In quell’ultimo periodo avevo iniziato a scrivere un blog su ciò che mi accadeva mentre ero là, oltreoceano. 

Tornando, vuoi per un motivo, vuoi per un altro, ho abbandonato ma ultimamente questo desiderio di mettere i miei pensieri per iscritto si è rifatto vivo e dunque perché ignorarlo?

Spero di farti ridere, pensare o chissà, magari anche emozionare. Soprattutto, ricorda che la vita non è o solo Andrea o solo Livia, è come preferisci.

Buona lettura!